Affrontare una ristrutturazione è una vera avventura: gli aspetti da valutare sono moltissimi e di natura completamente diversa. Ci si pone una miriade di domande e spesso è difficile trovare risposte utili e chiare.

Il Blog di Linea Ceramica è il posto giusto dove trovare queste risposte e molti altri suggerimenti. I nostri collaboratori, esperti e preparati, pubblicano qui articoli di approfondimento legati alle questioni cardine che ogni cliente deve valutare quando decide di rinnovare il bagno, cambiare i rivestimenti di pavimenti e pareti di casa o rimodernare il proprio hotel o negozio.
Dalle questioni amministrative, dai consigli di stile sino alla descrizione delle caratteristiche tecniche dei materiali, qui troverai tutta la qualità dell’assistenza Linea Ceramica!

L'esperto risponde

Detrazioni fiscali: il bonus 50% per le ristrutturazioni

Venerdì 22 maggio 2020

Detrazioni fiscali: il bonus 50% per le ristrutturazioni

Stanco del tuo vecchio bagno? Hai la possibilità di rinnovarlo con un incentivo fiscale davvero importante.
Per ottenere il rimborso del 50% dell’importo pagato (compresa l’iva) è fondamentale avviare un intervento di ristrutturazione completo, comprensivo di sostituzione dell’ impianto idraulico.
Inoltre è necessario che ogni fattura venga pagata con un bonifico bancario specifico per le ristrutturazioni edilizie (l’opzione è selezionabile anche nel caso di pagamenti effettuati tramite internet banking).
L’anno dopo aver effettuato i lavori e sostenuto le spese, dovrai portare le fatture e i riscontri dei bonifici al tuo assistente fiscale (CAAF o commercialista): potrai così detrarre dalle tue tasse il 50% di quanto hai pagato, spalmato in 10 anni.
Si può ottenere la detrazione fiscale anche quando si è usufruito di un finanziamento.
L’unica accortezza che bisogna avere è di controllare QUANTO si paga di tasse ogni anno, perché l’importo del rimborso annuale non deve superare il totale delle tasse versate. In caso contrario, l’eccedenza viene persa.
Se ti affiderai allo stesso fornitore, sia per l’acquisto che per l’installazione, l’iva applicata è al 10% su tutto (ad esclusione degli arredi e degli accessori che mantengono l’iva al 22%).

Per chi, oltre a ristrutturare, intende anche arredare il bagno e/o la casa, c’è inoltre la possibilità di approfittare del BONUS MOBILI per l’acquisto di mobili fino a 10.000,00 euro e ottenendo un rimborso (sempre in 10 anni) del 50%.

Per sicurezza, informati presso l’ufficio di edilizia privata del tuo comune per capire se sono necessari permessi: la ristrutturazione del bagno solitamente non richiede autorizzazioni perché i lavori sono classificati come “interventi di edilizia libera” (vedi pubblicazione in gazzetta ufficiale del 07/04/18, glossario: edilizia libera) e quindi non necessitano di permessi. Esistono però mille eccezioni e ogni progetto è specifico e particolare. Meglio non rischiare!
A seconda del tipo e della portata del tuo intervento, il comune potrebbe chiederti la redazione di una CILA (comunicazione inizio lavori asseverata): un professionista ti dovrà affiancare per compilare i moduli e produrre relazioni e disegni.

Tutto chiaro? Queste sono le informazioni essenziali: nel prossimo articolo entreremo più nel dettaglio ma se hai qualche dubbio, non esitare a chiedere al nostro ufficio amministrativo!
Linea ceramica è sempre al tuo fianco con un servizio post-vendita competente ed efficace!

#top